Regione Umbria

Modulistica Unificata Livello2

conferenza unificata, moduli, suape, edilizia, attività commerciali e assimilate

Moduli standardizzati ed adottati in Umbria con riferimento all’edilizia, commercio e assimilati per la presentazione di istanze, segnalazioni o comunicazioni

A seguito dell’accordo tra Governo, Regioni ed Enti locali siglato in Conferenza unificata il 4 maggio 2017, ha preso avvio il processo di standardizzazione dei moduli unificati e standardizzati per la presentazione di istanze, segnalazioni o comunicazioni alle amministrazioni regionali o locali, con riferimento all’edilizia e all’avvio di attivita’ commerciali ed assimilate.
Con successivi accordi la Conferenza approva sia integrazioni e/o modifiche ai moduli già in uso sia l’adozione di nuovi modelli.

La Regione Umbria, ove necessario, e prima di notificare moduli alla Amministrazioni comunali del proprio territorio, ha inserito i necessari richiami alla normativa specifica di settore.

I format così prodotti non sono modificabili e devono essere obbligatoriamente usati per ogni adempimento da svolgere presso il SUAPE.

Le amministrazioni comunali, alle quali sono rivolte domande, segnalazioni e comunicazioni, hanno l’obbligo di pubblicare sul loro sito istituzionale i moduli approvati.

Questo obbligo può essere assolto anche attraverso una delle seguenti modalità:

  • Rinvio (link) alla piattaforma telematica di riferimento;
  • Rinvio (link) alla modulistica adottata dalla Regione, successivamente all’accordo e pubblicata sul sito istituzionale della Regione stessa.
1. Quale struttura hanno i moduli unificati?


La modulistica unificata ha una struttura modulare e componibile a seconda delle esigenze del singolo procedimento. Il modello di DICHIARAZIONE AUTOCERTIFICATIVA UNICA è necessario per ogni genere di pratica (istanze / SCIA / comunicazioni / ecc.) , per attività nuove o esistenti, e deve essere utilizzato per la pratiche di natura edilizia, per quelle relative all’esercizio dell’attività imprenditoriale, e per ogni adempimento accessorio da svolgere presso il SUAPE.

2. I moduli già in esercizio sono definitivi?


La modulistica SUAPE viene aggiornata costantemente, al fine di adeguarne i contenuti alle disposizioni normative sopravvenute, di migliorarne la funzionalità e di comprendere casi e particolarità precedentemente non previsti. Si suggerisce dunque ai Comuni di verificare periodicamente che il modello in uso sia aggiornato.

3. Come e con quale frequenza accertare se i moduli sono stati modificati?


La Regione provvede, a seguito di ogni modifica apportata ai moduli dalla Conferenza Unificata, ad assumere una deliberazione di adozione, che poi notifica ai Comuni. Inoltre nella pagina dedicata alla Modulistica Unificata è presente la Tabella dei moduli vigenti aggiornata all’ultima variazione.

4. E’ possibile modificare i moduli?


E’ vietato, a pena di inammissibilità della pratica, modificare le parti fisse della modulistica.