Regione Umbria

Registro Ufficiale degli Operatori Professionali - RUOP Livello3

servizi fitosanitari, passaporto delle piante, fitosanitario, certificato fitosanitario

Alcuni operatori professionali che svolgono attività vivaistica o sementiera devono iscriversi al RUOP tenuto dai Servizi Fitosanitari Regionali

È un Registro nazionale degli operatori professionali (OP) Istituito dal Regolamento (UE) 2016/2031 e tenuto dai Servizi Fitosanitari regionali.

A partire dal 14 dicembre 2019 il RUOP sostituisce il Registro Ufficiale dei Produttori (RUP) previsto dalla precedente normativa fitosanitaria, gli iscritti al vecchio RUP sono stati trasferiti di ufficio al RUOP senza la necessità di alcun adempimento burocratico, né del pagamento di alcuna tariffa.

La registrazione al RUOP è unica sul territorio nazionale, il numero di registrazione include il codice di due lettere stabilito dalla norma ISO per lo Stato italiano (IT), il codice ISTAT della Regione ove ricade la sede legale dell’Operatore, più un numero di 4 cifre assegnato in automatico all’atto della registrazione.

ESEMPIO: IT-10-0016 : OP registrato al numero 16 della Regione Umbria

Per operatore professionale (OP) s’intende un soggetto che svolge a titolo professionale una o più attività di impianto, riproduzione, produzione, coltivazione, moltiplicazione, messa a disposizione sul mercato, immagazzinamento e spostamento nel territorio dell’Unione e nei Paesi Terzi di vegetali, parti di vegetali, prodotti vegetali e agli altri oggetti e ne è giuridicamente responsabile.

Gli operatori professionali che hanno la propria sede legale in Umbria e che ricadono in una o più delle seguenti categorie:

  • Operatori Professionali (OP) che introducono o spostano nell’Unione piante, prodotti vegetali e altri oggetti per i quali è rispettivamente richiesto un certificato fitosanitario o un passaporto delle piante;

  • OP autorizzati a rilasciare passaporti delle piante;

  • OP che richiedono il rilascio di certificati in esportazione, riesportazione e pre-esportazione;

  • OP autorizzati ad applicare i marchi ISPM 15.

L’Operatore Professionale deve essere iscritto al Registro delle Imprese presso la Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura (C.C.I.A.A.) competente per territorio.

Sono esclusi dalla registrazione al RUOP:

  • Gli OP che forniscono esclusivamente e direttamente agli utilizzatori finali piccoli quantitativi di piante, prodotti vegetali e altri oggetti, attraverso mezzi diversi dalla vendita tramite contratti a distanza;

  • Quelli che forniscono esclusivamente e direttamente agli utilizzatori finali piccoli quantitativi di sementi (fatta eccezione per le sementi che devono circolare con il passaporto delle piante);

  • Gli operatori la cui attività si limita esclusivamente al trasporto di piante, prodotti vegetali e altri oggetti, compresi gli oggetti di ogni tipo con l’utilizzo di materiale da imballaggio in legno per conto di un altro operatore professionale.

ATTENZIONE:

Non hanno l’obbligo di registrazione al RUOP ma devono essere in possesso dell’autorizzazione rilasciata dal Servizio fitosanitario regionale ai sensi dell’articolo 19 del D.lgs 214/2005:

  • I produttori, i centri di raccolta collettivi, i centri di trasformazione e i commercianti all’ingrosso di tuberi di patata da consumo;

  • Coloro che producono e commercializzano piccole quantità di piante e prodotti vegetali destinati esclusivamente ad utilizzatori finali attraverso la vendita diretta.

La richiesta di registrazione al RUOP deve essere presentata esclusivamente online, collegandosi al servizio pubblicato sul portale servizi della Regione Umbria all’indirizzo https://serviziinrete.regione.umbria.it.

Per accedere al servizio online è necessario essere in possesso delle credenziali SPID.

Leggi il Manuale della procedura online.

Per gli Operatori professionali di nuova registrazione al RUOP, all’atto della presentazione della richiesta è previsto il pagamento delle le tariffe fitosanitarie relative ai controlli fitosanitari di cui all’art. 55 del D.Lgs. 214/05 Allegato XX Parte A e parte B (limitatamente ai controlli alla produzione e circolazione).

Gli operatori professionali registrati al RUOP sono tenuti a:

1- presentare entro il 30 aprile di ogni anno per i dati dell’anno precedente:

  • un aggiornamento dei dati relativi allo stato dell’azienda, alle attività svolte o altro o, in alternativa,
  • una comunicazione di non avvenuta variazione dati.

La comunicazione deve essere presentata esclusivamente online, collegandosi al servizio di registrazione/aggiornamento al RUOP pubblicato sul portale servizi della Regione Umbria all’indirizzo https://serviziinrete.regione.umbria.it. Per accedere al servizio online è necessario essere in possesso delle credenziali SPID.

Leggi il Manuale della procedura online.

2 - corrispondere entro e non oltre il 31 gennaio al Servizio Fitosanitario regionale una tariffa annuale, aggiornata con D.M. 12 aprile 2006. La tariffa fitosanitaria ha validità dal 1° gennaio al 31 dicembre di ogni anno.

È un’autorizzazione necessaria per la piantagione e la ricoltivazione dei vegetali che non vengono ceduti a utilizzatori finali non professionisti e che non rientrano nella categoria sementi, fiori recisi, alberi di Natale, patate da consumo e altri prodotti vegetali non destinati a essere ulteriormente coltivati e che, pertanto, non pongono alcun rischio fitosanitario.

E’ un’etichetta ufficiale che deve essere apposta sull’unità di vendita di piante, prodotti vegetali e altri oggetti, prima del loro spostamento nel territorio dell’Unione e, se del caso, per la loro introduzione e il loro spostamento nelle zone protette, che attesta il rispetto di tutte le prescrizioni fitosanitarie previste dal regolamento 2016/203.

L’etichetta, a norma del Reg. UE 2016/2031 e al Regolamento di esecuzione (UE) 2017/2313, deve contenere i seguenti elementi:

• bandiera dell’Unione in alto a sinistra stampata in bianco e nero o a colori;

• dicitura “Passaporto delle Piante” in alto a destra in inglese e in italiano. In questo caso le due diciture devono essere separate da una barra obliqua (/);

• lettera (A), seguita dalla denominazione botanica della specie e, facoltativamente, della varietà;

• lettera (B), seguita dal codice di due lettere relativo allo stato membro, per l’Italia “IT” seguita dal “codice di registrazione” dell’Operatore Professionale, già in possesso e in uso;

• lettera (C), se del caso, “codice di tracciabilità” della pianta, del prodotto vegetale e altro oggetto e la codifica del “centro aziendale”;

• Sigla della provincia ove è ubicato il sito di produzione seguita dal numero progressivo assegnato dall’OP ad ogni centro aziendale.

Può comunque essere integrata in eventuali altre etichette presenti purché tutte le informazioni riguardanti il “passaporto” siano contenute in un riquadro separato dalle altre indicazioni.

Può essere apposta su un vaso, cassetta, alveolato, mazzo ecc. e, se le piante, prodotti vegetali o altri oggetti sono trasportati in un imballaggio, in un fascio o in un contenitore, può essere apposto su tale imballaggio, fascio o contenitore.

Le merci ordinate via internet (vendita a distanza) possono essere cedute, anche a privati, solo se accompagnate dal Passaporto delle Piante.

Gli Operatori Professionali iscritti al RUOP sono autorizzati, da apposito regolamento europeo, all’emissione del passaporto delle piante, essendo ritenuti in grado di ottemperare al requisito di professionalità ossia sono in possesso delle conoscenze necessarie per effettuare i controlli riguardanti gli organismi nocivi da quarantena rilevanti per l’Unione e organismi nocivi non da quarantena che possono colpire le piante, e per garantire il requisito di tracciabilità disponendo del registro dei passaporti.

Gli OP, qualora intendano avvalersi della facoltà di emettere il passaporto delle piante (PP) o il passaporto delle piante per Zone Protette (ZP) o che intendano estendere ad ulteriori prodotti vegetali la possibilità di emettere il passaporto, devono presentare al servizio fitosanitario regionale domanda di autorizzazione.

La domanda può essere presentata:

  • Contestualmente alla richiesta di registrazione al RUOP

  • In un secondo momento

In entrambi i casi la domanda di autorizzazione va presentata esclusivamente utilizzando il servizio online pubblicato sul portale servizi della Regione Umbria all’indirizzo https://serviziinrete.regione.umbria.it.

Per accedere ai servizi online è necessario essere in possesso delle credenziali SPID.

Da corrispondere una tantum al momento della presentazione della Richiesta di registrazione al RUOP o della Domanda di autorizzazione al rilascio del passaporto se fatta in un secondo momento:

  • marca da bollo da 16 euro;

ed opzionalmente:

  • Euro 25 per il controllo annuale a tutti gli Operatori Professionali iscritti al RUOP (eccetto gli esportatori);

  • Euro 50 per i controlli fitosanitari alla produzione ed alla circolazione per le aziende iscritte al RUOP titolari di autorizzazione all’uso del passaporto delle piante per ZONE NON PROTETTE;

  • Euro 100,00 per i controlli fitosanitari alla produzione ed alla circolazione per le aziende iscritte al RUOP titolari di autorizzazione all’uso del passaporto delle piante per ZONE PROTETTE.

Il pagamento della tariffa corrispondente si può effettuare online attraverso il servizio pagoUmbria a cui si viene automaticamente indirizzati a conclusione della procedura online di compilazione della istanza.

Si può effettuare il pagamento anche attraverso questi canali ed allora occorre allegare anche la ricevuta di versamento:

• mediante C/C postale n. 1004880744

• tramite bonifico bancario - IBAN- IT28H0760103000001004880744

• Intestazione: REGIONE UMBRIA SERVIZIO RAGIONERIA E FISCALITA’ REGIONALE

Causale: Tariffa fitosanitaria + anno di riferimento

Per ulteriori informazioni sulla Tariffa Fitosanitaria, le sanzioni e il ravvedimento operoso leggi le disposizioni predisposte dal Servizio Fitosanitario Regionale.